Thiasos è un’iniziativa editoriale on-line, collegata alla pubblicazione di volumi monografici, in formato digitale e cartaceo, per i tipi della Quasar Edizioni. Si tratta di un progetto volto a incrementare e migliorare il dialogo sui temi di ricerca delle culture antiche, nella consapevolezza della loro attualità.

La partecipazione si intende aperta a tutti coloro che intendono collaborare con contributi scientifici, proposte, informazioni, secondo gli schemi dell’implementazione libera e collettiva degli spazi della rete, da condividere non solo come fruitori. L’unico filtro ritenuto necessario è quello della qualità scientifica e dell’impegno, che vengono valutati dal comitato scientifico in prima istanza e poi da referee esterni, italiani e stranieri, sia per i testi a stampa che per quelli presentati on-line.

.

La rivista on-line

Thiasos non è una rivista tradizionale, ma nasce dall’idea di utilizzare le nuove forme di comunicazione, rese possibili dall’uso dei sistemi informatici e in particolare dei servizi in rete. La diffusione di questi mezzi sta incidendo in maniera significativa anche nel settore della bibliografia umanistica, con riviste consultabili on-line, biblioteche virtuali, progetti di ricerca e divulgazione, data-base informatici, tutti strumenti condivisi da un pubblico sempre più ampio.

Lo scopo perseguito è quello di rendere accessibile una rivista scientifica sulla rete, creando però un sistema editoriale più complesso, che associ la pubblicazione di volumi tematici a un portale destinato ad ampliare l’offerta scientifica e a fornire servizi complementari, costituendo un’occasione di approfondimento e di aggiornamento.

Il portale offre anche alcuni servizi di informazione molto semplici: un’area destinata alla presentazione dei siti web dedicati al settore, un’area di informazione bibliografica, sempre a carattere tematico, e uno spazio dedicato alla presentazione delle ricerche in corso da parte delle diverse università italiane.

 

La collana

Ogni fascicolo, pubblicato on-line e in formato cartaceo, presenta un carattere tematico. La scelta di proporre volumi monografici o collettanei non generalisti, ma con un argomento definito, non risponde al formato della rivista più consueta e richiama piuttosto il modello della collana editoriale. La scelta adottata cerca di superare i rigidi schematismi della tradizionale classificazione per generi, per proporre un prodotto nuovo, con un’articolazione funzionale all’offerta informativa, più adatta alle esigenze della comunicazione scientifica in rete.

Anche in questo caso, ad esempio, l’uso abbinato del portale potrà permettere aggiornamenti bibliografici e tematici, la presentazione di nuovi casi di studio, la discussione di osservazioni e problemi, trasformando il volume in un cantiere di confronto e di arricchimento in continua progressione.

Enzo Lippolis, Giorgio Rocco