Immagini

.

Acropolis Restoration Service

http://www.ysma.gr/en/

L’Acropolis Restoration Service (YSMA) è una sezione del Ministero della Cultura Greco istituita nel 1999 allo scopo di organizzare e condurre i lavori di conservazione e restauro dei monumenti dell’Acropoli di Atene (per altre informazioni: http://www.ysma.gr/en/service).  Il sito web, continuamente aggiornato, costituisce un importante archivio di immagini, grafiche e fotografiche, relative ai lavori di restauro passati e in corso. Una sezione (http://acropolis-gis.ysma.gr/) è inoltre dedicata al GIS dell’Acropoli dove è possibile osservare le ortofoto dell’intera Acropoli e del circuito murario, sia dall’esterno che dall’interno, e una ripresa laser-scanner dell’Eretteo. Alla pagina http://www.ysma.gr/static/files/Newsletter_10_eng.pdf

È inoltre possibile scaricare in .pdf  l’interessante Modern technologies in the restoration of the Acropolis, Proceedings of a one-day conference, 19 March 2010.

.

American Academy in Rome. Digital Collections

http://aarome.idra.info/index/index/tsk/hist

Il database raccoglie una selezione delle immagini, finora oltre 4.000, contenute nell’archivio fotografico dell’American Academy in Rome. Oltre a fotografie relative al patrimonio archeologico e artistico, tra le quali prevalgono i monumenti della città di Roma, e agli scavi americani a Cosa, sono presenti anche disegni ricostruttivi, piante e sezioni (ad esempio Regia Collection). È possibile usare la ricerca guidata, che può essere effettuata per collezione, soggetto, nome del fotografo.

Cliccando su questo link (http://www.dvstudios.it/aa/index.html) si accede inoltre a una interessante ricostruzione di Roma antica, fruibile con un tour virtuale, realizzata attraverso i documenti fotografici e i disegni di Giuseppe Gatteschi (1866-1935) conservati negli archivi dell’American Academy in Rome.

In inglese.

.

The Ancient City of Athens

http://www.stoa.org/athens/index.html

L’archivio fotografico contiene numerose immagini dei principali monumenti archeologici e architettonici di Atene, per ciascuno dei quali è disponibile una bibliografia essenziale aggiornata e collegamenti a risorse web.

In inglese.

.

Ancient World Mapping Center

http://www.unc.edu/depts/cl_atlas/

Organizzato dalla University of North Carolina at Chapel Hill come un centro di ricerca multidisciplinare, il sito, che comprende ora anche il Barrington Atlas of the Greek and Roman World, presenta una ricca collezione di mappe digitali scaricabili liberamente in diversi formati anche ad alta risoluzione per uso di studio o didattico.

In inglese.

.

Archivi Fotografici Alinari

http://www.alinariarchives.it/internal/home.aspx

L’archivio Fratelli Alinari, con il suo patrimonio documentario sull’arte, la storia, il paesaggio, l’industria e la società d’Italia, d’Europa e del resto del mondo, dalla seconda metà dell’800 ad oggi, si è ulteriormente arricchito acquisendo materiali degli archivi Anderson, Brogi, Chauffourier, Fiorentini e Mannelli, a cui si sono recentemente aggiunte altre collezioni per un totale di 4.000.000 di immagini di proprietà, tra cui molte inerenti soggetti di tipo archeologico e storico-artistico. Le immagini delle opere d’arte di proprietà dello Stato Italiano sono disponibili per gentile concessione del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

L’offerta Alinari si arricchisce ulteriormente quando al patrimonio di immagini di proprietà si affiancano le gestioni e rappresentanze di archivi italiani ed esteri, per un totale di 45.000.000 fotografie: Alinari ha infatti assunto la gestione dei fondi fotografici dell’Istituto Luce e di un nucleo di fotografie dell’Archivio Fotografico del Touring Club Italiano. Con ulteriori accordi sono oggi rappresentati o gestiti: la collezione fotografica della Réunion des Musées Nationaux, l’archivio Roger Viollet, l’archivio del Courtauld Institute, l’archivio Marburg, l’archivio Bridgeman/Giraudon, l’archivio Interfoto, l’archivio Rizzoli, l’archivio Artothek, l’archivio Finsiel, l’archivio Imagno, l’archivio Topfoto, l’archivio Bildarchiv Monheim, l’archivio Ullstein-Bild l’archivio di Rai Teche, l’archivio Ansa, l’Archivio Franco Cosimo Panini, l’archivio Africanpictures, l’archivio AISA, l’archivio SDZ e l’archivio DEA – De Agostini.

In italiano.

.

Art & Archaeology Artifact Browser

http://www.perseus.tufts.edu/hopper/artifactBrowser

Si tratta di una sezione di Perseus Digital Project con una bella selezioni di immagini pittura, scultura e architettura del mondo greco. Gli oggetti, divisi per tipologie o per provenienza, sono spesso corredati anche di grafici.

In inglese.

.

British School at Rome. Archive Digital Collections

http://www.bsrdigitalcollections.it/

L’Archivio Fotografico della British School at Rome comprende oltre 100.000 tra stampe e negative. La selezione raccoglie una notevole collezione di fotografie del XIX secolo e altre collezioni più recenti, come la raccolta Parker e l’importante fondo Ward Perkins.

I soggetti rappresentati includono:

- Archeologia e topografia in Italia, Nord Africa e Medio Oriente;

- Arte, scultura e architettura del periodo greco e romano;

- Arte, scultura e architettura del periodo bizantino, medievale e rinascimentale;

- Documentazione sui danni riportati dai monumenti in Italia durante la II Guerra Mondiale;

- Documentazione sulle attività scientifiche della BSR.

In inglese.

.

The Classical Art Research Center – The Beazley Archive

http://www.beazley.ox.ac.uk/index.htm

I data base del Classical Art Research Center e del Beazley Archive dell’Università di Oxford, che comprendono la più ampia collezione al mondo di immagini di ceramica figurata (v. voce Ceramica), comprendono anche una ricca collezione di foto d’epoca dei principali siti archeologici di Grecia, Turchia, Italia, Francia.

In inglese.

.

Dick Ossenam Photogallery

http://www.pbase.com/dosseman

Il sito raccoglie la notevole galleria di immagini (27.000), anche a buona risoluzione, di siti archeologici e musei turchi prodotta da Dick Ossenam. In particolare, si segnala la pagina dedicata al Museo Archeologico di Istanbul (http://www.pbase.com/dosseman/archaeological_museum_istanbul). Il sito è stato recentemente implementato con circa 6000 immagini di località siriane di interesse storico-artistico e sta iniziando una raccolta di immagini dall’Italia, a partire da Roma.

In inglese.

.

Early Photography in Greece and the Mediterranean

http://www.getty.edu/research/tools/guides_bibliographies/photography_greece/index.html

“These little-known images contribute substantially to the history of photography in Greece and the role of photography in the reception of Greek culture by European and American audiences”. Il Getty Research Institute mette a disposizione tra le sue risorse digitali la collezione fotografica Gary Edwards che comprende oltre 1000 fotografie riguardanti siti e monumenti archeologici della Grecia, realizzate tra il 1839 e il 1959. Attraverso le immagini dell’archivio è possibile seguire il progresso delle attività di scavo, il cambiamento dei contesti urbani e le alterazioni che interessano i monumenti antichi.

In inglese.

.

Eidola

http://www.eidola.eu/

Archivio fotografico a contenuto misto (immagini panoramiche, monumenti, reperti di museo, etc.) relativo al mondo greco, dal neolitico all’età romana, consultabile tramite una serie di funzionali chiavi di ricerca (periodo storico, località, soggetto, tipologia di oggetti, materiale, etc.).

In inglese.

.

Heilbrunn Timeline and Art History

http://www.metmuseum.org/toah/

Il sito è all’interno della pagina web del Metropolitan Museum (http://www.metmuseum.org/) ed è finanziato dalla Fondazione Heilbrunn, New Foundation Tamarind, e dal Fondo Zodiac. La linea del tempo, che permette di orientarsi all’interno del percorso espositivo,  consente un’esplorazione cronologica, geografica e tematica della storia dell’arte di tutto il mondo, illustrata dagli oggetti contenuti nelle collezioni del Metropolitan Museum, tutti corredati di scheda esplicativa. Si tratta di un prezioso strumento di ricerca per studenti, insegnanti, studiosi e chiunque sia interessato allo studio della storia dell’arte.

In inglese.

.

Idra (La banca dati dei reperti archeologici nei Musei civici del Lazio)

http://regione.idra.info/

L’Ufficio Musei della Regione Lazio ha creato la Banca Dati IDRA (Informatizzazione Dati Reperti Archeologici) che raccoglie le schede dei reperti archeologici conservati, in esposizione ma anche nei magazzini, in più di 40 musei civici ed ecclesiastici del Lazio, ad eccezione di quelli del comune di Roma. Le descrizioni dei reperti, appartenenti a un arco cronologico che va dalla Preistoria al Medioevo e al Rinascimento, sono accompagnate dalle immagini relative e contengono informazioni complete sugli oggetti (dimensioni, luogo di rinvenimento, numero identificativo a livello nazionale-NCTN, bibliografia, etc.). La ricerca può essere effettuata per oggetto, categoria di oggetto, museo, area di rinvenimento, cronologia, materiale, numero identificativo (inventario o NCTN).

In italiano.

.

Metis

http://www.stoa.org/metis/cgi-bin/cat

I principali siti archeologici greci sono visitabili virtualmente mediante il software Quicktime, con suggestive visioni panoramiche, in alcuni casi collegate a piante con “punti attivi” e approfondimenti bibliografici.

In inglese.

.

Vedute di Roma

http://www2.siba.fi/~kkoskim/imbas/roma/startpage.php?lang=fi&action=1

La collezione Vedute di Roma fa parte di un più vasto insieme di immagini di Kalervo Koskimies e comprende vedute e stampe dei maggiori monumenti di Roma, nonché una sezione dedicata ai maggiori Musei romani.  Numerose le vedute del plastico di Roma antica conservato al Museo della Civiltà Romana.

In inglese e in finlandese.

.