Visite virtuali

.

Acropolis Virtual Tour

http://acropolis-virtualtour.gr/

Si tratta di un sito interattivo, creato dal Ministero della Cultura greco e dall’YSMA (Acropolis Restoration Service),  che permette di esplorare i quattro maggiori monumenti dell’Acropoli di Atene (Partenone, Propilei, Eretteo, tempio di Athena Nike) nonché l’intero circuito delle mura, interne ed esterne, in modo unico, tramite immagini ad alta risoluzione accompagnate da informazioni storiche e mappe descrittive. Le immagini permettono di osservare anche particolari minuti dei singoli monumenti, altrimenti impossibili da raggiungere. L’utente può così compiere una vera visita virtuale dell’Acropoli.

In greco e in inglese.

.

Baghdad, Il Museo Virtuale dell’Irak

http://www.virtualmuseumiraq.cnr.it/prehome.htm

Realizzato in collaborazione tra il Consiglio Nazionale della Ricerche e il Ministero degli Affari Esteri, il sito web è una vera visita virtuale di un Museo che comprende opere d’arte e manufatti iraniani che vanno dalla preistoria al periodo islamico. Gli oggetti sono esposti in sale tematiche virtuali  e sono illustrati da schede descrittive, filmati interattivi, ricostruzioni 3D.

In italiano, inglese e arabo.

.

Lagina. Sacred precint of the god Hekate

http://www.lagina.org/gallery/album0.html

Il sito, organizzato dalla Bodrumlife Publications, oltre a dare qualche breve notizia sul santuario, permette di scorrere una Photo Gallery di oltre 700 immagini degli scavi dal 1963 al 2008. Sono così illustrati il tempio, i propilei e altri monumenti del temenos al momento dello scavo e durante le operazioni di anastilosi.

In turco e in inglese.

.

Museo Statale dell’Hermitage, Virtual Tour

http://www.hermitagemuseum.org/html_En/08/hm88_0_0.html

Il Museo di Stato dell’Hermitage (http://www.hermitagemuseum.org/html_En/index.html) comprende più di tre milioni di oggetti e opere d’arte di tutto il mondo, compresa una ricca collezione di arte greca, etrusca e romana. La visita virtuale permette di percorrerne le sale e di soffermarsi su alcuni dei capolavori più significativi.

.

Odysseus

http://odysseus.culture.gr

Il link al sito del Ministero della Cultura greco permette di accedere a diversi musei e siti archeologici greci, ciascuno identificato da schede storiche, da una presentazione e con una bibliografia di base. Utili anche i contatti ai siti web (quando esistono) dei singoli siti.

In greco e inglese.

.

The Parthenon Frieze

http://www.parthenonfrieze.gr/#/home

Si tratta di una sezione del sito dell’YSMA (Acropolis Restoration Service: http://www.ysma.gr/en/), realizzata in collaborazione con il Ministero della Cultura greco, la I Eforia per le Antichità Preistorico-Classiche e il Centro Nazionale di Documentazione (ΕΚΤ), con un’accattivante ricostruzione interattiva del fregio delle Panatenaiche del Partenone. La ricostruzione, completata da schede esplicative e da un’efficace descrizione del Partenone nel suo complesso (http://www.parthenonfrieze.gr/#/read), assembla immagini ad alta risoluzione di tutti i frammenti del fregio conservati al Museo dell’Acropoli, insieme a quelli conservati al Louvre e al British Museum. Il sito è dedicato agli specialisti del settore, ma si rivolge anche ad un pubblico più ampio, compresi i giovanissimi, che possono prendere confidenza con il tema divertendosi con i giochi didattici sull’argomento (http://www.parthenonfrieze.gr/#/play).

In greco e in inglese.

.

Vatican Museums, Collections on line

http://mv.vatican.va/3_EN/pages/MV_Visite.html

Il sito è all’interno della pagina dei Musei Vaticani (http://mv.vatican.va/3_EN/pages/MV_Home.html). Si possono percorrere virtualmente le sale espositive, zoomando su singoli pezzi e leggendo le schede illustrative di ciascuno.

In inglese.

.

The Virtual Egyptian Museum

http://www.virtual-egyptian-museum.org/

Organizzato dal California Institute of World Archaeology (CIWA) e dalla  Senusret Collection, il sito nasce con l’obiettivo di esporre al grande pubblico collezioni altrimenti non visitabili. Gli oggetti, divisi in ordine cronologico o anche per materiale o tipo, sono tutti corredati di scheda esplicativa e di immagini dei particolari.

In inglese.

.

The Virtual World Project

http://www.virtualworldproject.org/vr/core/toc.html

Il sito, continuamente aggiornato, permette di esplorare virtualmente, tramite piante con “punti attivi” i principali siti archeologici di Israele e Giordania e si intende in un prossimo futuro di estenderlo anche alla Siria. Il progetto era nato nel 2002 con i principali siti archeologici di Grecia e Turchia (Legacy Sites), ma si è poi indirizzato verso il Levante, rinunciando ad aggiornare ulteriormente questa prima parte dell’iniziativa.